locandina

Museo Tattile Statale Omero, Mole Vanvitelliana
7 aprile - 24 giugno 2018
Inaugurazione 7 aprile ore 17.30

La mostra "ANTONIO LIGABUE Il realismo della scultura" è promossa e organizzata dal Museo Tattile Statale Omero e curata da Antonello Rubini. Un'esposizione tattile che si propone come un viaggio ricco di suggestioni multisensoriali nelle forme "animali" del "buon selvaggio" dell'arte italiana, Antonio Ligabue (1899 - 1965).

All'inaugurazione prevista per il 7 aprile alle ore 17,30 intervengono Aldo Grassini, Presidente del Museo Tattile Statale Omero, il curatore della mostra Antonello Rubini e la proprietaria e prestatrice delle opere Patrizia Lodi della Galleria Centro Steccata Parma.

In mostra trentuno bronzi - affiancati da tre dipinti - del "buon selvaggio" dell'arte italiana, quasi tutti a soggetto animale che coprono un arco cronologico dal 1936 al 1958: potenti e realistiche, le sculture venivano realizzate da Ligabue in creta, adoperando l'argilla che trovava abbondante sulle sponde del Po, nella Bassa reggiana, dov'era stato "catapultato" nel 1919 a seguito di un'espulsione dalla natia Svizzera, rimanendovi fino alla morte.

"Una fedele resa realistica unita ad una potente forza espressiva" così il curatore Antonello Rubini esalta il Ligabue scultore che nell'allestimento multisensoriale progettato dall'architetto Alessandra Panzini potrà essere apprezzato nella sua pienezza. Una mostra tattile, con suggestioni olfattive e sonore, dove tutti potranno esplorare le opere con le mani.

"L'arte di Ligabue - scrive Grassini - nella sua primordiale immediatezza, ci fa entrare nel groviglio delle paure e del bisogno di rivalsa che costituiscono la sostanza della sua psiche, ma unitamente anche all'amore per la natura e al desiderio di mantenere sempre un rapporto con essa, autentico perché immediato."

Ad integrare la narrazione in mostra anche video documentari sull'artista.

Il catalogo, edito da De Luca Editori d'Arte, contiene le riproduzioni delle opere, i testi di Marzio Dall’Acqua, Mario De Micheli, Aldo Grassini, Patrizia Lodi, Nicola Micieli, Sergio Negri, Antonello Rubini e la nota biografica dell’artista.

La mostra è realizzata con il patrocinio della Regione Marche e del Comune di Ancona e in collaborazione con TACTUS - Centro del Museo Tattile Statale Omero per le arti contemporanee, la multisensorialità e l'interculturalità, Opera Società Cooperativa Onlus, Associazione per il Museo Tattile Statale Omero Onlus, Servizio Civile Nazionale, La Mole Ancona.

INFO

Orario: dal martedì al sabato ore 16 - 19; domenica e festivi ore 10 - 13 e 16 - 19.

Ingresso:
Intero: 7,00 euro
Ridotto: 5,00 euro 
Over 65 anni, 19-25 anni, Coop Alleanza 3.0, Selecard, FAI, Italia nostra, Touring Club, University Card Comune Ancona Univpm, possessori biglietto Mostra Henry Cartier Bresson, Arci, Biblioteca Benincasa Ancona.
Gratuito: scuole, disabili e loro accompagnatori, 0-18 anni, guide turistiche abilitate, giornalisti accreditati, soci ICOM.

Visite guidate su prenotazione
Gruppi (minimo 10 pax): ingresso ridotto + visita guidata = 8,50 euro
Scuole: ingresso gratuito per alunni e docenti accompagnatori; visita guidata = euro 3,50 ad alunno. 
Disabili e rispettivi accompagnatori, 0 - 4 anni: ingresso e visita guidata gratuiti.

Museo Tattile Statale Omero
Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28 - 60121 ANCONA
tel. 071 2811935
email: info@museoomero.it
#museoomero Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+