ANCONA, Auditorium La Mole
Giovedì 31 Ottobre ore 10,00
alla presenza del Maestro Valeriano Trubbiani

Con l'anno scolastico in corso prende avvio il grande progetto "La bellezza salverà il mondo", dedicato all'educazione ambientale attraverso i linguaggi dell'arte, promosso dal Comune di Ancona e dal Liceo Artistico "Edgardo Mannucci" in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero, i Musei civici di Ancona, Anconambiente Spa e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale.

L'iniziativa vede come artista di riferimento il Maestro Valeriano Trubbiani.
La presentazione del progetto avverrà Giovedì 31 Ottobre 2019 alle ore 10,00, presso l'Auditorium della Mole Vanvitelliana, alla presenza del Maestro Trubbiani con l'Assessore alla Pubblica Istruzione Tiziana Borini, il Dirigente Scolastico del Mannucci Prof. Francesco Maria Orsolini ed i rappresentanti degli assessorati e partner coinvolti.

Il progetto, attento alle questioni dell’inclusione sociale, coinvolge le scuole medie del Comune dorico, i centri diurni e le associazioni degli immigrati, che parteciperanno alla presentazione del 31 Ottobre alla Mole vanvitelliana.

L'obiettivo è quello di dare vita ad un grande movimento per la salvaguardia dell’ambiente che veda protagonisti i giovani. Una mobilitazione che si nutre delle migliori energie di ragazze e ragazzi per un impegno fattivo e concreto di cittadinanza attiva, che vada oltre le pur legittime e importanti manifestazioni di piazza.

Le tematiche ambientaliste verranno affrontate e analizzate dagli studenti partendo da opere artistiche, letterarie, cinematografiche, musicali e da specifiche proposte didattiche. Sul piano pratico verranno realizzate, sempre attraverso i diversi linguaggi artistici, prodotti di denuncia, di buone pratiche e di sensibilizzazione nonché opere di decoro urbano quali installazioni artistiche e pittoriche ispirate alla poetica del Maestro Valeriano Trubbiani.
Sono previste conferenze pubbliche con esperti, un’esposizione presso la Pinacoteca Civica di opere d’arte sulla “poetica del rifiuto” e ulteriori iniziative collaterali.

Il progetto si concluderà il 5 Giugno 2020, Giornata Mondiale dell’Ambiente, con iniziative particolari.